macraider.itHome_Page.html
 

Tomb Raider: Anniversary

Uscito: il 1 Giugno 2007 per PC, PlayStation 2

Successivamente sviluppato per: 

PSP, Wii, Xbox 360, Mac

Trama: (attenzione contiene spoilers)

Nuovo Messico. Una struttura cristallina si apre e fa volare via una sconosciuta creatura alata racchiusa all'interno. Nel 1996 in India incontriamo Lara Croft, che viene assunta da Jacqueline Natla attraverso una presentazione di Larson, un archeologo. Natla ha trovato la posizione di Vilcabamba, la leggendaria città dove si sarebbero rifugiati gli ultimi Inca in fuga dagli Spagnoli ed in cui si celerebbe la tomba di Qualopec, re degli Inca, nonché membro del trimumvirato di Atlantide, e che, nella sua tomba si dovrebbe trovare uno dei tre pezzi del leggendario Scion, un mistico artefatto i cui frammenti erano condivisi dai tre leggendari sovrani dell'antica città; vuole che Lara lo ritrovi per lei. La protagonista accetta sia per il desiderio di riscattare suo padre (che aveva passato la vita a cercare Vilcabamba), sia per quello di comprendere il mistero dello Scion. Accompagnato da un guida peruviana, si reca sulle montagne del Perù, dove dovrebbe trovarsi l'ingresso alla città. L'uomo che l'accompagna, però, fa crollare il ponte e Lara prende un'altra strada per raggiungere la porta di Vilcabamba. Arrivata sul posto lo aspetta la guida che gli dice che in qualche modo dovrà aprire la porta tramite un marchingegno che riesce a sbloccare. Purtroppo però dalla porta escono però dei lupi che sbranano l'uomo e che stanno per attaccare Lara, ma vengono uccisi. Entrata all'interno della grotta scopre qualcosa di incredibile: la leggendaria "valle perduta" dove affronta le più spaventose creature mai esistite sulla terra: il maestoso T-Rex insieme a dei temibili Velociraptor. Dopo aver affrontato dinosauri e numerosi trabocchetti di astuzia letale, raggiunge Vilcabamba dove trova la salma di Qualopec e nella sua tomba trova il primo pezzo di Scion. Recuperato l'artefatto, Lara fugge dalla tomba che inizia a crollare. Fuori trova Larson pronto a rubarle il frammento del manufatto guadagnato con fatica. Dopo avergli dato una sonora lezione, Lara riesce a prelevargli preziose informazioni e scopre che un altro archeologo è stato assunto e mandato da Natla a cercare il secondo pezzo. Questo stimola Lara a fare una retata all'ufficio della Natla's Technologies per cercare più informazioni, dove una breve visione di un filmato sul proseguimento delle ricerche la dirige a St. Francis' Folly, un monastero che si trova in Grecia; qui gareggia contro Pierre DuPont, il rivale conosciuto come cacciatore di tesori senza scrupoli. Superate strutture architettoniche come il Palazzo di Mida e il Colosseo, arriva nella Tomba di Tihocan, il secondo membro del triumvirato, e recupera anche il secondo manufatto, ma le viene sottratto da Pierre che, furbescamente, per non incorrere nei pericoli da Lara affrontati aveva atteso che lo reperisse. Tuttavia, la profanazione dell'antica tomba desta alcune guardie simili a centauri, che uccideranno facilmente Pierre e fronteggeranno la protagonista. Lara, dopo aver trovato il frammento di Tihocan ed avere avuto una strana visione causata dal tentativo di unire le due reliquie, parte alla ricerca del terzo manufatto, nascosto in Egitto. Dopo essere entrati nientemeno che nella sfinge ed in un santuario al suo interno, ottiene l'ultimo pezzo, unisce i frammenti ed ha una visione (finalmente chiara e comprensibile) che la porta indietro nel tempo. Qui vede i re di Atlantide riunirsi in consiglio e condannare il terzo sovrano, ovvero Natla stessa. Quest'ultima venne punita ed espulsa dal sacro ordine per aver scatenato gli eserciti di Atlantide contro gli altri sovrani nel tentativo di far iniziare la cosiddetta Settima Era, utilizzando i poteri dello Scion; fu per questo imprigionata nella struttura cristallina da cui sarebbe stata poi liberata dall'esplosione di Los Alamos. Appena termina la visione, Lara, prima di poter reagire, vede Natla rubarle dalle mani l'artefatto completo. La protagonista le domanda che cosa sia la Settima Era, ma Natla taglia corto ed ordina ai suoi scagnozzi di ucciderla. Lara riesce a scappare tuffandosi in un fiume, dunque segue a ruota Natla con la sua moto. Questa cambia mezzo e parte con i suoi gorilla in barca, ma Lara riesce a raggiungerla e ad entrarci furtivamente. L'imbarcazione attracca nei pressi di una piccola isola montuosa, che nasconde rovine di un'antica piramide Atlantidea, dove Natla sta praticando degli scavi. All'interno Lara incontra Larson che le impedisce di proseguire tra le miniere. In un crescendo di contrasti interiori, lui viene infine assassinato (primo uomo ucciso da Lara). Alle porte della Grande Piramide affronta gli ultimi due scagnozzi di Natla, Kid e Kold, che muoiono nel combattimento. Infine, dopo essere arrivata nella cima della piramide superando marchingegni tanto elaborati quanto mortali, raggiunge Natla che è riuscita, grazie al potere dello Scion, a riattivare la piramide e riportarla alla luce; grazie ad essa Natla ha inoltre intenzione di ricostruire le armate di Atlantide (creature senza pelle generati dalla struttura stessa) causando l'estinzione della razza umana e l'inizio della Settima Era, e propone a Lara di unirsi a lei, diventando così una dei nuovi immortali alla guida di Atlantide ed accedendo alla conoscenza contenuta nello Scion (scopo principale che ha portato sia Lara che suo padre a cercarlo). L'archeologa però rifiuta distruggendo l'artefatto e sconfiggendo (apparentemente) Natla. Alla fine Lara fugge dalla piramide che, senza il potere del manufatto, crolla su se stessa ed inizia ad eruttare lava (la quale sembra essere una delle fonti di energia che le permettono di funzionare), tuffandosi in mare e salendo sulla barca: osservando l’esplosione Lara guarda le sue mani (prima oggetto di rimorsi per avere ucciso un essere umano, poi di gratificazione personale per aver distrutto un oggetto che avrebbe potuto porre fine all'umanità intera); quindi si mette al timone e si lascia alle spalle l'isola in rovina.

Fonte: Wikipedia

Vai alla soluzione (opera incompleta)»

Disclaimer | Home Page | Chi sono

macraider.it è un sito non ufficiale che non ha alcun legame con Apple Computer, Eidos Interactive, Crystal Dynamics o la Core Design.
Tutte le immagini, i loghi ufficiali e altri marchi sono © Copyright e ™ Marchi Registrati dei rispettivi proprietari.
© macraider.it 2012 - Tutti i diritti riservati